CHI SIAMO

I volontari

La nostra storia

Il nostro statuto

Diventa volontario

 

LE NOSTRE ATTIVITA'

Osservatorio ornitologico

  Inanellamento

  Birdwatching

 

Recupero fauna selvatica

  Cos'è?

  Se trovo un animali ferito?

 

Educazione Ambientale

  Il significato per la LIPU

  Catalogo Educazione

  Una penna per amico

  Laboratorio nidi artificiali

  Conoscere e volare

  Centri estivi

 

Ricerche e progetti

  Una città tra torri e rondoni

  Radiotracking

  Atlante dell'avifauna di Asti

  Progetto "Amphibia"

  Aree di rispetto

  Torre per Balestrucci

 

Divulgazione

  Visite guidate

  Video documentario

  Le manifestazioni

  DVD Avifauna

  Gite organizzate

  

ARCHIVIO  

  Notiziario

  Articoli sulla LIPU Asti

 

 

 

  

Tutti i dati sono di proprietà dell' Osservatorio Ornitologico della LIPU Sezione di Asti, per l'utilizzo citare gentilmente la fonte. Si chiede di fare avere al proprietario dei dati, una copia della pubblicazione per l'archivio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HOME

IL GIARDINO SECONDO NATURA

 

CONTATTI

   Dove siamo

   Orari e info

   Sostienici

   Adozioni a distanza

 

 

INFORMAZIONI

  Caccia

  Caprioli

  Conservazione

  Chirotteri

  Birdgardening

  Festa d'estate

 

  

LINK

 

 

 

 

 

  

 

 

      

 

 

  

 

 

Si ringrazia:

Birdgardening è una iniziativa che ha come obiettivo quello di creare dei luoghi in cui sia più facile l’incontro tra uomo e natura così da dare una valenza e un significato diverso all’uso del verde in ambienti urbani. Birdgardening è anche un modo per trasformare il proprio giardino in un paradiso per gli uccelli e gli animali selvatici. Un giardino del genere si caratterizza per la sua capacità di attirare uccelli, ma anche insetti, farfalle, anfibi, perché è in grado di offrire cibo e ospitalità ai suoi abitanti naturali.

Podalirio su fiore di budleaLe piante e gli arbusti verranno pertanto scelti non in base al loro portamento estetico o alla bellezza delle foglie o dei fiori, ma piuttosto per il valore ecologico e per gli scambi che sanno stabilire con gli altri organismi. L’installazione, in punti appositamente studiati, di nidi artificiali e mangiatoie per piccoli uccelli saranno in grado di offrire cibo e siti per la nidificazione a molti uccelli. Tutto ciò stimolerà in adulti e bambini il gusto dell’esplorazione, della conoscenza e, forse, aiutare a comprendere meglio alcuni fenomeni naturali.

Il Birdgardening è pertanto un tipo di giardino naturale che consente di svolgere attività conoscitiva del territorio, fare esperienze dirette nell’ambiente e sensibilizzare su argomenti importanti come la biodiversità, la catena alimentare, l’ecologia, ecc.

Le nuove generazioni hanno perso il contatto con la natura e non riescono più a capire quanto vulnerabili siano i sistemi naturali e quanto la stessa nostra sopravvivenza dipenda da essi.

Ecco che allora si fa sempre più urgente il bisogno di ristabilire un rispetto “popolare” per la natura, che può essere ottenuto solo attraverso la “familiarità” ossia interventi semplici e accessibili a tutti.

In questo senso la conservazione della natura in città, ci offre la migliore speranza per comprendere nuovamente la natura e permetterci di vivere in armonia con il nostro ambiente.

Noi crediamo molto nel valore didattico e formativo di questi interventi perché, solo partendo da semplici iniziative come queste, sarà più facile sensibilizzare ad una cultura naturalistica e maturare idee di rispetto e di civiltà anche nei confronti di più grandi temi ambientali.

I NIDI ARTIFICIALI E LE MANGIATOIE SONO DISPONIBILI PRESSO IL NOSTRO CENTRO.

 

Cardellino in mangiatoia

 

VIDEO MANGIATOIA

 

VIDEO ASSIOLO NEL NIDO ARTIFICIALE

 

VIDEO CINCIALLEGRA NEL NIDO ARTIFICIALE

 

nido artificiale.JPG (224164 byte)

Costruzione Nido - clicca per ingrandire

Gli uccelli sono noti per essere attivi per l'intero corso dell'anno. Alcuni evitano i rigori dell'inverno migrando a sud come rondini ed usignoli, ma molti altri restano come scriccioli e cince. Cinciallegra Altri ancora scendono da nord per passare l'inverno in Italia dove è meno freddo: è il caso di molti pettirossi e merli. Malgrado queste specie siano dotate di adattamenti antigelo, a partire da un fitto piumaggio isolante, per loro le basse temperature rappresentano un pericolo. Quando poi cade la neve o gela di notte, soprattutto gli uccelli più piccoli rischiano la vita. Il più sicuro sistema inventato dalla Natura per combattere il freddo è quello di nutrirsi, alimentando quel riscaldamento interno che è il metabolismo corporeo. Il freddo coincide in inverno con una generale scarsità di cibo, quando la maggior parte degli insetti è ibernata e non disponibile. Per questo è molto apprezzato dagli uccelli un servizio di offerta di cibo adeguato alle loro diete: le mangiatoie sono quindi dei semplici attrezzi per offrire cibo agli uccelli selvatici.

In inverno molte specie allargano lo spettro della loro dieta che diventa, per necessità, principalmente onnivora. Per questo una mangiatoia può attirare molte specie diverse, e molto dipenderà dal tipo di cibo offerto. Infatti è selezionando il cibo che si attireranno o escluderanno certi uccelli. Poichè lo scopo dell'impiego di mangiatoie è principalmente di aiutare i piccoli uccelli, ed anche di osservare ed accogliere il maggior numero di specie, i modelli con tettoia risolvono il problema di tortore e piccioni oppure di corvidi che, dove sono troppo abbondanti, desertificano le mangiatoie di altre specie e... del cibo. La presenza del tetto rende molto difficile se non impossibile l'atterraggio sul piano della mangiatoia.

Per attirare più specie, è bene diversificare il cibo. Nella tabella accanto è indicato ciò che gradiscono maggiormente i diversi uccelli. Una fila di arachidi appese ad un filo (trapassate usando un ago da cucire) o uno spicchio di polpa fresca di noce di cocco sono esche irresistibili per tutte le cince ed i picchi muratori che se ne cibano compiendo eccezionali e comiche acrobazie. Le mangiatoie possono riservare molte sorprese tra cui presenze rare ed insospettabili: durante un inverno molto rigido potrete avere la visita di lucherini, che si spingono a sud solo quando le condizioni invernali si fanno proibitive; analogamente, un po' di carne cruda può attirare picchi verdi e rossi. La lista delle specie potenzialmente attirabili ad una mangiatoia è infinita.

Cibo Specie
Semi di mais, canapa e mais tritato Fringuelli, verdoni, cardellini
Semi di girasole Fringuelli, verdoni, cince, picchio muratore
Briciole dolci Pettirossi, cince, regoli, picchio muratore, fringuelli, merli, storni, capinere
Frutta secca Cince, picchio muratore
Frutta fresca Merli, tordi, storni, capinere, pettirossi, cinciarelle
Croste di formaggio Regoli, scriccioli, merli, pettirossi
Grasso e carne Cince, storni, pettirossi, merli, tordi

 

 

 

LIPU sezione di Asti - Frazione Vaglierano 64 - 14100 Asti - e-mail : lipuat@libero.it

©Lipu sezione di Asti 2012